« I mattoni digitali pe… | Home | Changing the face of … »

Summer School a Morciano di Romagna

Scritto da Silicon_Simon.
Sabato 30 Aprile 2005, 09:56 am.

 

Ultimi giorni per aderire alla Scuola Internazionale Estiva organizzata dall'Università di Bologna.

PAESAGGIO RURALE E QUALITA' ARCHITETTONICA

Summer School in Rilievo Ambientale, Architettura e Cultura locale

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA

dal 18 Giugno al 2 Luglio 2005

Stato dell'arte

La proposta di Summer School in Rilievo Ambientale, Architettura e Cultura locale rientra in un ampio programma di attività che ha come focus la salvaguardia del paesaggio rurale attraverso studi specifici mirati alla predisposizione di un codice per la regolamentazione della qualità urbana e ambientale e degli insediamenti rurali.

La pratica convenzionale dello sviluppo economico, territoriale ed urbano ha portato ad uno scenario critico in relazione alla crescita incontrollata del tessuto intorno ai centri abitati che, nel contesto rurale, ha contaminato il circostante ambiente agricolo.

La distruzione del paesaggio rurale e la sua perdita di identità è strettamente legata all'inquinamento dell'ambiente e del territorio e perciò apre una riflessione su come conservare e migliorare la qualità dei luoghi e ridurre l'impatto dei necessari insediamenti produttivi.

La discussione attorno ai temi della qualità ambientale e urbana appare però ambigua in mancanza di una chiara interpretazione delle intenzioni di valorizzazione, spesso non supportate da una conoscenza analitica delle reali vocazioni e dei limiti di sostenibilità dell'ambiente nelle sue componenti naturali ed antropiche.

E' ormai generalmente riconosciuto che la scarsa conoscenza del patrimonio legato allo sviluppo economico e commerciale delle aree rurali ha causato una consapevolezza ancora debole sulle effettive potenzialità dei beni da proteggere, con conseguente sotto sfruttamento del territorio anche nei settori turistico e culturale; pur in un quadro di rinnovato interesse per il problema, si registra ancora una scarsa presenza di documentazione e studi riguardo al patrimonio rurale e ai nuclei produttivi storici ed in particolare una scarsa diffusione dei risultati già ottenuti.

Le attuali normative poi, consentono di fatto una crescita incontrollata in termini di qualità del paesaggio e di tipi edilizi che comporta una reale erosione dei caratteri culturali del territorio rurale storico, causando una pericolosa perdita di valore dei beni ambientali complessivi.

In questo quadro critico, attraverso la proposta della particolare scuola estiva, si intende promuovere informazione, eventi ed esempi per le Amministrazioni locali che dichiarino effettivo interesse nel voler intraprendere azioni a sostegno della qualità urbana ed ambientale.

Criticit�

La forte contaminazione tra città e campagna rende difficile la conoscenza strutturata dei due contesti potenzialmente ricchi di risorse da preservare; allo stesso tempo gli aspetti di degrado, a tutti i livelli, richiedono indagini mirate e specialistiche finalizzate ad un obiettivo comune di recupero sostenibile.

Un aspetto delicato riguarda l'integrazione dei processi analitici che devono individuare gli indicatori della qualità e degrado nei vari ambiti: territoriale, ambientale, urbano e degli spazi pubblici.

Attualmente si registra una perdita dei caratteri di identità e singolarità dei luoghi dovuta alla standardizzazione degli interventi di recupero che non si basano su una solida conoscenza del territorio; analogamente si verifica una mancanza di strumenti grafici di controllo e verifica degli interventi progettuali o delle azioni antropiche.

Il paesaggio rurale e i nuclei storici, sede di insediamenti agricoli e/o produttivi, sono organismi dinamici dello stesso sistema, occorre indagarli e definire i caratteri strutturanti per garantire il necessario aggiornamento tecnologico e funzionale.

Obiettivi

Attraverso la promozione di studi dedicati e l'organizzazione di seminari ed eventi, si vuole procedere ad un sistematico riconoscimento dei caratteri insediativi e ambientali che definiscono l'immagine del paesaggio rurale e dei nuclei insediativi storici; più nel dettaglio si intende esplorare la relazione tra il paesaggio, i nuclei insediativi e le risorse ambientali al fine di comprendere e definire le situazioni di armonia, vivibilità e degrado.

A partire dalla campagna di studi prevista durante la Scuola si potrà realizzare:

-          una mappatura tematica dei caratteri di qualità/degrado del paesaggio rurale tradizionale;

-          evidenziare il legame tra le tradizioni produttive e i caratteri strutturali degli insediamenti rurali e storici con le tradizioni architettoniche e costruttive locali;

-          rafforzare il valore comunicativo e di controllo degli strumenti normativi e progettuali attraverso l'adozione di codici prescrittivi dotati anche di contenuto grafico - descrittivo.

Risultati attesi

I risultati attesi consistono nel:

-          Censimento dei nuclei insediativi storici di particolare pregio architettonico o situati in contesto ambientale di alta qualità.

-          Raccolta e documentazione delle informazioni attraverso strumenti grafici e di sintesi che possano produrre abachi tipologici.

-          Definizione di un lessico grafico e di opportuni glossari con riferimento anche all'evoluzione del sistema naturale e dei centri abitati.

-          Predisposizione di linee guida per il controllo delle tipologie insediative e rurali, della qualità del paesaggio rurale e dei siti naturali, dei materiali, delle tecnologie e degli aspetti paesaggistici.

 

INFORMAZIONI di sintesi

 

Titolo:   PAESAGGIO RURALE E QUALITA' ARCHITETTONICA

Responsabili: Giuseppe Amoruso(coordinatore) - Roberto Mingucci (responsabile scientifico)

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Dipartimento Relazioni Internazionali

Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale

 

Breve introduzione

Il territorio regionale e nazionale presenta una trama indissolubile fatta di paesaggio rurale e luoghi consacrati alla produzione agricola.

Il contesto regionale mostra caratteri di qualità e di autenticità laddove sono localizzati tali insediamenti produttivi che, per la presenza di edifici espressamente adattati alla fabbricazione ed alla conservazione dei prodotti, consentono di parlare di una vera e propria architettura rurale.

L'organizzazione di una Scuola Estiva internazionale, permanente e a cadenza annuale (estiva), crea l'occasione di promuovere la comunicazione e la diffusione della cultura del paesaggio rurale, evidenziando la relazione tra qualità dei prodotti e l'architettura dei luoghi (in particolare di quelli destinati alle attività di viticoltura).

 

Obiettivi

La Scuola, aperta ad un massimo di 20 studenti, provenienti in prevalenza da Università straniere, affronterà lo studio dei caratteri insediativi e organizzativi di una selezione di centri storici rurali ed insediamenti produttivi agricoli, anche attraverso la redazione di elaborati grafici di analisi e rilievo ambientale ed architettonico.

Verranno anche trattati i temi relativi all'analisi delle risorse culturali del territorio rurale in funzione della promozione della qualità ambientale ed insediativa; sarà individuato un sito oggetto di una proposta di carattere progettuale.

La scuola è espressamente dedicata all'analisi dell'architettura rurale, del paesaggio naturale e delle mutazioni del territorio attraverso lo studio di una serie di siti o complessi insediativi legati alla produzione agricola ed al commercio dei prodotti. Le attività previste, integrate da visite e conferenze specialistiche su temi di architettura, urbanistica e storia, rientrano in un obiettivo culturale più ampio teso a valorizzare una cultura locale, quasi scomparsa ma fondamentale per garantire la conservazione degli insediamenti rurali in armonia con gli obiettivi economici, la qualità del paesaggio rurale e le tradizioni costruttive e architettoniche regionali.

I lavori realizzati saranno oggetto di una presentazione e di una esposizione pubblica al termine della Scuola presso il Comune di Morciano di Romagna, ove si svolgerà la scuola nel periodo Giugno-Luglio 2005.

E' prevista successivamente anche la pubblicazione di un catalogo dei lavori finali degli studenti.

Partners

Regione Emilia-Romagna - Azienda di Promozione Turistica

Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna

Comune di Morciano di Romagna (Rimini)

University of Notre Dame, Indiana - Rome Studies Program

INTBAU - Fondazione Principe di Galles , London

Foundation for Urban Renewal, Oslo

Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Riminesi

Aree Disciplinari: Disegno e Rilievo, Storia dell'Architettura, Urbanistica.

Lingua: Inglese, Italiano

Durata e Date: 2 settimane, indicativamente 18 giugno / 2 luglio 2005

Luogo di svolgimento del corso: Morciano di Romagna.

Allestimento dell'Atelier a cura del Comune di Morciano di Romagna.

Quota di Iscrizione: 2000,00 Euro

Studenti: Posti disponibili 20 per studenti, giovani laureati e studiosi in prevalenza provenienti dall'Estero.

Requisiti per poter partecipare al corso: Presentazione di un CV dettagliato e di un portfolio di disegni in formato A4

Criteri di valutazione delle application: CV, portfolio dettagliato, lettere di presentazione

Docenti:

Roberto Mingucci, Giuseppe Amoruso, Cristiana Bartolomei, DAPT - Università di Bologna

Josè Cornelio da Silva, Lucien Steil, University of Notre Dame - Rome Studies Program

Gary Cestaro, DePaul University Chicago

Matthew Hardy, INTBAU - London

Susan Parham, Council for European Urbanism, London

Pietro Lenzini, Accademia di Belle Arti - Bologna

Audun Engh, Foundation for Urban Renewal, Oslo

 

Nessun commento



(optional field)
(optional field)

In questo sito si attua la moderazione dei commenti. Questo significa che il tuo commento non è visibile finché non viene approvato da un moderatore.

Mantenere le informazioni personali?
Nota: Tutti i tag HTML eccetto <b> e <i> saranno rimossi dal commento. Puoi inserire collegamenti semplicemente scrivendo un URL o un indirizzo e-mail.

Info

Dal 2004 questo piccolo angolo di rete raccoglie gli interessi di ricerca e i lavori di sperimentazione digitale di Simone Garagnani in materia di cultura geek, ma soprattutto di Building Information Modeling, rilievi digitali ad alta risoluzione e computer graphics legata al mondo dell'architettura, dell'ingegneria e delle costruzioni. TC Project, è presente anche sul social network Facebook.

 

Welcome to these pages that host since 2004 Simone Garagnani's personal blog, a collection of nerd notes and geek experiences focused sometimes on Building Information Modeling, terrestrial laser scanning, digital photogrammetry and computer graphics applied to the AEC world. The TC Project is also available on Facebook.


Segui le attività in TC Project: Registrazione
Follow TC Project activities: Registration/login

GreenSpider

GreenSpider

GreenSpider plug-in for Autodesk Revit

Free download here (latest release)

Cerca!

Categorie

  • English (21)
  • Italiano (4)
  • Ingegneria (21)
  • Architettura (27)
  • Design (6)
  • Ricerca e sviluppo (57)
  • Eventi (40)
  • Pubblicazioni (13)
  • Materiali didattici (11)
  • GreenSpider (10)
  • Berkeley (28)
  • Pixar (8)
  • Retrocomputing (6)
  • SGI (17)
  • Keio (3)
  • Serious fun (6)
  • Archivi

    Ultimi commenti

    Mike (Cray-1 - The home…): Are the files still available?
    MojaMonkey (SGI VW540 @ TC La…): Hi Simon? This is a long shot but I was wondering if you have a copy of the SGI drivers required to…
    Walter (Cray-1 - The home…): Could I get a copy of the plans (in English)?
    Simone (GreenSpider - Gra…): Hello Renè, GreenSpider is still a prototype and its development has stopped since the last update la…
    René Scarpa (GreenSpider - Gra…): Hi Simone I’m having the same problem. I have checked all of the above, but still getting the same er…
    Simone (GreenSpider - Gra…): Hi Erik, GS Translator accepts only .XYZ files in standard format, so try these checks, as indicated …